Alla sicurtuna, l’amante e il pescatore

Alla sicurtuna, l’amante e il pescatore.

Nonostante possiamo comunicare in 5 lingue: italiano, inglese, spagnolo, tedesco e olandese (più i due nostri rispettivi dialetti), a Brindisi siamo riusciti ad avere 2 conversazioni di difficile comprensione. La prima con Sina (Tommasina, classe 1923) che tra i vari aneddoti in stretto dialetto brindisino, ci ha raccontato una divertentissima storia d’amore e tradimento nella Brindisi degli anni ’50, e la seconda con Sergey che dal Tagikistan viene spesso in Puglia in vacanza a pescare (per quello che siamo riusciti a capire) usando un pezzo di legno, un filo ed un amo. Ringraziamo quindi Alessandro ed Elda per la fantastica cena, per le grandi risate e per aver parlato almeno una delle lingue che conosciamo.

Suddenly, the lover and the fisherman.

Although we can communicate in five languages: Italian, English, Spanish, German and Dutch (plus our two own dialects), we managed to have two really tough conversations in Brindisi. The first one with Sina (Tommasina, born in 1923) who told us many funny anecdotes in the local dialect including a love&betrayal story of Brindisi in the 50s  and the second one with Sergey (from Tajikistan) who comes often from Sweden to Puglia to enjoy his holidays fishing using just a stick and a hook (for as much as we understood). We thank Alessandro and Elda for the fantastic dinner and for speaking at least one of the languages we know.

[ish_gallery images=”1786,1789,1788″ columns=”3″][ish_gallery images=”1790,1787″ columns=”2″]